Quanta roba ha la Sony Cyber-shot DSC-HX60

Commenta

Piccola, compatta e piena di funzionalità. Ad un prezzo molto allettante. Non manca proprio nulla tra le specifiche della Sony Cyber-shot DSC-HX60, fotocamera compatta uscita nei primi mesi del 2014 e che oggi, nel 2016, è proposta sui alcuni siti, tra cui Amazon, a poco più di 200-220 euro. Sostituisce la Cyber-shot DSC-HX50, fotocamera di un anno più vecchia, modello fortunato nelle vendite e nelle recensioni che ha poi vissuto questo interessante restyling che presentiamo oggi. La DSC-HX60 sembra fatta apposta per le tasche dei viaggiatori e a tutti coloro che desiderano foto e video di qualità da condividere sui social senza investire in un patrimonio in attrezzatura fotografica.

Sony Cyber-shot DSC-HX60

La “compattina” di Sony si rivolge chiaramente al fotografo che non si accontenta per nulla delle foto che può realizzare con uno smartphone. Oltre all’abbondante sensore da 20.4 megapixel, con il quale si potrebbe stampare tranquillamente una fotografia di dimensioni maggiori di un A3 mantenendo i 300dpi, basta dare una piccola occhiata alle caratteristiche tecniche più interessanti per convincersene :

  • zoom ottico 30x (24-720mm equivalenti)
  • wi-fi e GPS integrati
  • 50p full HD video recording
  • schermo da 3 pollici
  • iso da 80 a 12800
  • pop-up flash
  • modi manuali, semi automatici ed automatici
  • stabilizzatore Steadyshot
  • 10fps raffica fotogrammi per secondo
  • multi interface-shoe per attaccare accessori come flash o microfono

La miglior fotocamera sotto i 250 euro

La Sony Cyber-shot DSC-HX60 compatta non si fa mancare nulla ad un prezzo davvero accessibile. Range di focali vastissimo, sensore stabilizzato, megapixel a volontà, flash a comparsa utilissimo e addirittura 10 fotogrammi per secondo. Anche per chi fa video, il Full HD e la possibilità di utilizzare un microfono a slitta sono vantaggi non trascurabili.

Sony Cyber-shot DSC-HX60

La Sony Cyber-shot DSC-HX60 non fa per voi se:

Per quanto le specifiche possano lasciar intuire infatti, sono due i parametri che potrebbero essere decisivi nel vostro acquisto: la luminosità dell’obiettivo, che a f3.5 (focale minima) non si adatta alle situazioni più buie, e la non possibilità di acquisire file RAW, requisito oramai necessario per l’amatore che desidera effettuare il fotoritocco e la post-produzione delle proprie immagini a livello professionale.

Per puro confronto economico, per ottenere queste due caratteristiche che la Sony Cyber-shot DSC-HX60 non offre bisognerebbe guardare alla linea semiprofessionale Sony DSC-RX100 e modelli successivi, che costano molto di più, dai 400 circa fino ai 960 euro della nuova Sony DSC-RX100M4 e che rappresentano una seria alternativa alle reflex professionali grazie ad obiettivi più luminosi e sensori di livello professionale.

Alberto Massignan

Autore

Alberto Massignan

Fotoreporter e professionista della comunicazione con un occhio clinico verso la tecnologia dell'immagine.

Prossimo

Commenti sul post