Rimodulazione Wind: piano base a pagamento

Commenta

Tempo di rimodulazioni per le compagnie telefoniche in Italia. Dopo Tim, con il famigerato “Tim Prime Go” al costo di 50 centesimi a settimana per avere esclusivi vantaggi, anche l’operatore arancione ha deciso di adottare questa politica. Dal 25 Agosto infatti, tutti i clienti che avranno attivo solo il pano base “Wind 12senza opzioni aggiuntive, passeranno automaticamente a Wind 2, un piano base al costo fisso di 2€ mensile.

Cosa prevede il piano base Wind 2?

  • 8 cent/min per le chiamate verso tutti i numeri nazionali (fissi e mobili) con tariffazione a scatti anticipati ogni 30 secondi;
  • scatto alla risposta a 16 cent;
  • SMS a 15 cent verso tutti
  • 2€ mensili fissi come canone

E’ possibile recedere?

Per fortuna sì, sarà possibile recedere dalla tariffa Wind 2, che comunque sarà attivata automaticamente, sarà poi il cliente a dover recedere dal piano rimodulato. La tariffa alternativa si chiamerà Wind 1, che non avrà costi fissi mensili e prevedrà:

  • 23 cent/minuto verso tutti i fissi e mobili nazionali, con scatto alla risposta di 11 centesimi. Tariffazione al secondo
  • 7 cent/SMS verso tutti i numeri nazionali
  • MMS verso tutti i telefonini 24 cent
  • Notifica SMS 7 cent
  • Videochiamata verso telefonini Wind 50 cent/minuto
  • Videochiamata verso altri operatori 1€/minuto
  • La tariffazione della Videochiamata è senza scatto alla risposta e con tariffazione al secondo
  • Navigazione internet 24 cent/MB, con tariffazione a Kb
  • Segreteria telefonica 12,40 cent/chiamata dall’Italia

Davvero incredibile come, tutti i gestori, stiano cercando di far diventare “a pagamento” anche le tariffe base gratuite già scelte dai clienti anziché solo le opzioni.

 

Luca Petrocchi

Autore

Luca Petrocchi

Una vita "spesa" a scartabellare blog su blog e a condividere qualsiasi informazione tecnologica. Poi un giorno ho comprato il mio primo smartphone Android e da quel momento la mia vita è cambiata!

Prossimo

Commenti sul post