Vodafone: rimodulazioni in corso dal 18 Settembre

Commenta

Nella battaglia tra Winback, tariffe estive, promo dedicate e tariffe speciali, i gestori di telefonia mobile non perdono occasione per fare delle rimodulazioni sulle tariffe a cui hanno già aderito i clienti. Fin dal 13 Marzo 2016, Vodafone variò le proprie tariffe da mensili a quadri-settimanali, imponendo ai propri clienti una mensilità in più l’anno. Purtroppo però anche tutti gli altri gestori, non hanno perso tempo ad “adeguare” anche le loro tariffe a 28 giorni, diventando uno standard per tutti. Quest’anno però c’è un grande mare di cambiamenti in casa del gestore rosso, già quest’estate infatti non è stata proposta la Summer Card, tariffa estiva a cui tutti eravamo abituati da oltre 20 anni, fino ad arrivare alle rimodulazioni annunciate dal 18 Settembre 2016.

Quali sono le rimodulazioni attive dal 18 Settembre? A chi sono dirette?

Le rimodulazioni interesseranno tutti i clienti Vodafone, a prescindere dal piano tariffario o opzione attivate dagli utenti, e sono:

  • modifica dei servizi 414 e 404 per conoscere il credito. Il 404 non sarà più attivo, mentre il 414 diventerà a pagamento (non conteranno i minuti delle promo, sarà a pagamento tariffato secondo la tariffa base)
  • gli SMS internazionali dall’Italia verso l’estero verranno tariffati 49 cent l’uno (terminati quelli inclusi nell’offerta)
  • gli SMS nazionali verranno tariffati 29 cent l’uno (terminati quelli inclusi nell’offerta)
  • gli MMS nazionali verranno tariffati ciascuno 1,30€
  • il servizio di Segreteria Telefonica, per ascoltare i messaggi o personalizzare le impostazioni, potrà essere utilizzato senza limiti a 1,50 euro al giorno, solo in caso di utilizzo. Se non utilizzato, non comporterà alcun costo;
  • i servizi Chiamami e Recall verranno tariffati 12 cent al giorno, solo in caso di utilizzo. Se non utilizzati, non comporteranno alcun costo.

Non capisco davvero l‘assurdità di dover far diventare a pagamento il numero per sapere il credito residuo. Sono convinto che servirà da spinta per far utilizzare l’App My Vodafone dal proprio smartphone per visualizzare il credito, ma quanti anziani avendo i telefoni cellulari classici saranno costretti a pagare il servizio? E non solo loro ovviamente.

 

Luca Petrocchi

Autore

Luca Petrocchi

Una vita "spesa" a scartabellare blog su blog e a condividere qualsiasi informazione tecnologica. Poi un giorno ho comprato il mio primo smartphone Android e da quel momento la mia vita è cambiata!

Prossimo

Commenti sul post