Lenovo presenta Yoga Book: il libro nell’era digitale

Commenta

Lenovo stupisce nuovamente con il suo ultimo prodotto: lo Yoga Book, in vendita a partire dai primi di settembre in versione Android e Windows 10. Ma andiamo meglio a scoprire quali sono le caratteristiche di questo 2 in 1 davvero “fuori dal comune”.

Lenovo Yoga Book: il nuovo business device

Lenovo Yoga Book è un tablet 2-in-1 davvero interessante: è realizzato interamente in alluminio e magnesio, ha un peso di soli 690 grammi ed uno spessore, quando “disteso” di appena 4 mm. Il display in dotazione è un pannello IPS da 10.1 pollici in risoluzione Full HD e chiaramente ha funzionalità touch. La vera novità che porta con sè, oltre al rinnovato sistema di cerniere triassiale di cui è dotato, è la tastiera. Lenovo Yoga Book non ha in dotazione una tastiera fisica, ma bensì una tastiera realizzata su un pannello touch che prende il nome di “Instant Halo Keyboard“. La superficie è in grado di riprodurre un feedback tattile e di adattarsi sia alla nostra velocità di scrittura che al livello di pressione esercitata sulla superficie stessa.

La “tastiera” è dotata, inoltre, di una funzionalità davvero innovativa: è possibile disabilitarla mediante un apposito pulsante e posizionandoci sopra la stessa una sorta di digitalizzatore magnetico (venduto separatamente) avremo la possibilità di scrivere su un foglio di carta comune. Con la più comune penna ad inchiostro infatti, tutto ciò che scriveremo verrà riprodotto sullo schermo in modo digitale, un’ottima notizia per chi è alla ricerca di un dispositivo per il business.

Lenovo Yoga Book vanta ben 4 GB di RAM e 64 GB di storage espandibile tramite MicroSD fino a 2 TB. Sarà disponibile sia in versione Android che in versione Windows al rispettivo prezzo di 499 e 599 euro con l’esclusiva Pen Stylus inclusa.

Francesco Campus

Autore

Francesco Campus

Traceur, Free runner e Blogger appassionato di tecnologia e sostenitore dell'Open Source, sempre alla ricerca del meglio che il web possa offrire.

Prossimo

Commenti sul post