Garmin Vivosmart HR: la nostra recensione

Non ci sono Commenti

Quando si è appassionati di fitness o si è “matti” per due bellissimi sport come il ciclismo e la corsa, spesso si ha voglia di forzare il proprio andamento, magari anche solo per migliorare la propria salute con del movimento sano e divertente. Per fare questo però occorrono “dati” sulla propria attività fisica e cosa può essere d’aiuto se non un wearable o indossabile che dir si voglia?

Ho pensato fosse questo il pensiero di voi che andrete a leggere questa recensione ed allora ho deciso di acquistare il bellissimo Garmin Vivosmart HR e di provare proprio a fare questo, a cimentarmi con uno sport che fino a qualche settimana fa vedevo come impossibile per il mio fisico. Eppure il mio primo giorno di uscita in bicicletta, per esattezza una Rockrider 520, MTB non professionale, e primi 35 km di pedalate, che hanno visto il monitoraggio costante del mio Garmin Vivosmart HR e di un’applicazione, di cui più avanti faremo una più approfondita recensione, che ho trovato parecchio interessante, il suo nome è Strava e sono sicuro che qualcuno di voi già la usa ed anche in maniera migliore rispetto al mio utilizzo.

Garmin Vivosmart HR Garmin Vivosmart HR

Ovviamente non sto scrivendo che Garmin Vivosmart HR è la fitness band, pensata solamente per ciclisti o amanti della corsa, ma sicuramente per queste persone è un perfetto compagno di sport, per tutti gli altri invece, è un’ottima band: dal design elegante, dai buoni materiali, dalla leggerezza assoluta e dalle mille potenzialità. Adesso però torniamo alla prova.

Bicicletta acquistata, Vivosmart HR al polso, attivato il GPS sullo smartphone insieme a Strava e via verso una prova che è stata davvero interessante, lo ammetto un po’ faticosa, ma pensavo peggio.

Garmin Vivosmart HR: riassunto caratteristiche in evidenza

La fitness band di Garmin nasce dall’ottima esperienza fatta sul campo con Garmin Vivosmart. In quel caso però il battito cardiaco era misurato con strumenti non perfettamente in linea con le esigenze di sportivi anche professionisti. Per questo motivo Garmin ha deciso di aggiornare la propria fitness band dando vita proprio a Garmin Vivosmart HR.

Garmin Vivosmart HR

Obiettivo dunque, fornire un monitoraggio del battito cardiaco molto più professionale, adesso con rilevatore di battito in stile fascia cardiaca, ed un più ampio display tramite il quale interagire e leggere notifiche, in arrivo direttamente dallo smartphone. Ovviamente non è solo questo il passo in avanti c’è infatti, un’applicazione Garmin Connect che viene aggiornata costantemente e la web app collegata, che migliora di molto l’esperienza di monitoraggio della propria attività fisica. Se evidenziamo anche il fatto della resistenza ai getti d’acqua e la leggerezza del dispositivo, allora capiamo bene che questo indossabile è davvero un passo avanti rispetto alla versione precedente.

Garmin Vivosmart HR

Design/ergonomia

Quello che fa la differenza tra un’ottima fitness band per la vita di tutti i giorni ed una specifica per l’attività sportiva è sicuramente il design e l’ergonomia. Provare per credere a fare qualche chilometro di pedalate o di corsa con un cinturino in pelle o altri materiali poco indicati per l’attività fisica, vedrete se la fine di questo dispositivo sarà la pattumiera!

La vera “rivoluzione” è anche legata a questa caratteristica. Garmin Vivosmart HR è infatti, ottimo per tutti e due gli utilizzi. Dal design moderno ed elegante, quando serve può essere utilizzato ogni giorno ed in ogni occasione e quando c’è bisogno di “tirare fuori gli artigli” la fitness band quasi scompare per peso davvero limitato e materiali che non danno alcuna strana sensazione alla pelle. Design da premiare dunque, perchè adatto davvero ad ogni contesto.

Garmin Vivosmart HR

Anche con una giacca Garmin Vivosmart HR fa la sua bella figura

Se parliamo poi dell’ergonomia vera e propria, ovvero quella che vuole il dispositivo adattato perfettamente alle dimensioni dell’utilizzatore, allora Garmin ha fatto di nuovo centro, portando sul mercato ben due misure di cinturino, ognuna delle quali regolabile con 14 punti di fissaggio.

Per quanto mi riguarda, il design è davvero eccellente e l’ergonomia a prova di sport, quasi me lo dimentico al polso quando pedalo!

Monitoraggio e sincronizzazione

Il monitoraggio del battito cardiaco, questa la caratteristica peculiare del dispositivo Garmin, è preciso e costante nel tempo, tanto da poter tenere traccia addirittura delle ultime 4 ore di rilevazione, basta toccare il display nella visualizzazione “Rilevazione Battito”, feature questa davvero utile per gli sportivi.

Per quanto riguarda la sincronizzazione del dispositivo con l’app Garmin Connect, disponibile per Android, iOS ed altri app store, questa si avvale della connessione ad internet per permettere lo scambio di informazioni tra il dispositivo e la piattaforma Connect basata su Cloud di Garmin.

Garmin Vivosmart HR

Perciò se non avete una connessione ad internet sarà impossibile sincronizzare i dati della vostra attività con quelli contenuti nella piattaforma Garmin Connect. Questo potrebbe essere uno svantaggio per molti, ma in fin dei conti in 1 massimo 2 momenti mi è capitato di non poter sincronizzare il dispositivo per mancanza di rete, per il resto veloce nella sincronizzazione e preciso nel riportare i dati acquisiti.

Garmin Vivosmart HR

Come vi dicevo ad inizio recensione, questa non è solo una fitness band per sportivi infatti, oltre a monitorare il battito cardiaco, i passi, le calorie bruciate, il tempo di attività intensa e tanto altro, la nuova Garmin Vivosmart HR è in grado di monitorare il sonno. Attivando automaticamente la modalità sonno, la fitness band è in grado di controllare la profondità del sonno distinguendola tra: profondo leggero e sveglio. Nelle impostazioni personali si può impostare un orario nel quale si pensa di andare a dormire quasi ogni giorno e quello in cui ci si sveglia nella maggior parte dei casi, questo aiuterà a capire la qualità generale del sonno mettendola in relazione con la quantità.

Come si comporta “sul campo”

Se vi dico che è diventato il mio compagno di vita? Si sul campo lo diventa davvero, un compagno di vita, che ti aiuta a monitorare il tuo fisico e a scuotere la tua vita sedentaria con un bell’allarme “Muoviti”! Proprio così infatti, attivando l’impostazione “Avviso di movimento” si avrà a che fare con un “motivatore” che nei periodi sedentari ti avviserà con una vibrazione dell’esigenza di muoverti. Davvero utile!

Non preoccupatevi del sole, delle nuvole o di luci che potrebbero mettere in discussione la lettura del display. Questa infatti, è sempre perfetta grazie alla tipologia di display simile ad un e-Ink ed alla retroilluminazione, che quando serve svolge in maniera egregia il suo lavoro.

Garmin Vivosmart HR

Se siete stati attenti finora alla recensione, avrete capito che Vivosmart HR è davvero una fitness band pensata per gli amanti dello sport, ma per chi lo sport lo volesse proprio evitare? Beh nessun problema. La fitness band infatti, dalla sua ha una costante sincronizzazione con lo smartphone, tanto da farlo diventare uno strumento di notifica sempre presente. Chiamate, messaggi, WhatsApp, messaggi di Telegram e tante altre notifiche, basta solamente attivarle dal menu specifico “Smart Notifications” e qualora non fossero subito presenti determinate app, basterà aggiungerle semplicemente toccando i “3 puntini” in alto a destra simbolo del menu.

In questa sezione non posso non menzionare Garmin Connect e le connessioni di quest’ultima con app specifiche per il fitness e lo sport quali MyFitnessPal e Strava. La connessione con queste app di terze parti è facile e veloce, ma nel caso di Strava, l’altra non ho ancora avuto modo di provarla, per avere il massimo dell’esperienza di sincronizzazione occorre avere installata la versione Premium. Con quest’ultima: tragitto, calorie, tempi ed altro vengono sincronizzati in perfetta autonomia, senza aver bisogno di ulteriori passaggi aggiuntivi.

Quando pensiamo allo sport pensiamo anche a condizioni non particolarmente piacevoli come freddo e soprattutto acqua. Proprio quest’ultima non viene affatto temuta da Garmin Vivosmart HR, come avrete potuto vedere dal nostro breve filmato, registrato proprio sotto l’acqua della doccia di casa. Waterproof dunque al 100% con test effettuato più di una volta!

Ultima prova sul campo che posso riportare è quella legata alla batteria interna, ricaricabile attraverso un connettore proprietario in dotazione. Beh forse l’autonomia tra le tante cose ci hanno fatto stupire in positivo è quella che lo ha fatto, ma in negativo. Non parlo di 1 o 2 giorni di autonomia, lo avrei già buttato nella pattumiera di casa, ma di 4, 5 anche 6 giorni a seconda delle notifiche che abbiamo attivato e dell’attività fisica che monitoriamo. Avrei preferito sinceramente fare almeno una settimana piena di utilizzo, senza dovermi preoccupare di ricaricare il dispositivo, ma non ce l’ho fatta, peccato!

Cosa ne pensa MasterGeek

Non c’è altro da dire secondo il mio parere. Garmin Vivosmart HR è davvero un compagno di vita affidabile e “motivatore”, che può aiutare nella ricerca costante del miglioramento atletico. Per la vita di tutti i giorni invece, al di fuori dell’ambito sportivo, la fitness band di Garmin si comporta in maniera egregia, visualizzando tempestivamente ogni notifica che sia una chiamata, un messaggio oppure un WhatsApp.

La fitness band perfetta? Per le sensazioni che ho avuto è difficile fare meglio, sopratutto in termini di design ed ergonomia, e scrive uno di quelli, che di orologi non ne ha mai messi al polso, ma con Vivosmart HR è tutto diverso, perchè neanche mi accorgo di averlo indosso.

Garmin a questo punto si dimostra ancora una volta attenta alla vita degli sportivi riuscendo a dar loro uno strumento di monitoraggio davvero preciso ed affidabile. Il resto lo fa la piattaforma Garmin Connect accessibile da qualsiasi dispositivo ed in continuo aggiornamento, per non parlare della possibilità di interazione con app di terze parti ed altri dispositivi Garmin. Che dire di più? Io l’ho acquistata una volta per tutte!

La Recensione

Garmin Vivosmart HR

8 Punteggio

"La fitness band con display touch di Garmin, che rileva la frequenza cardiaca al polso tramite la Tecnologia Garmin Elevate. Un compagno di sport per ciclisti e appassionati di corsa; un ottimo wearable per tutti coloro che amano tenere monitorato il proprio fisico ed il proprio smartphone in ogni momento."

Prezzo più basso:

€119,99

Dove acquistare:

Pro

  • Waterproof
  • Rilevazione battito cardiaco al polso
  • Integrazione con app terze parti
  • Ergonomia e design

Contro

  • Sincronizzazione attraverso Internet
  • Autonomia non eccelsa

Breakdown

  • Design 90%
  • Ergonomia 90%
  • Rilevazione battito cardiaco 90%
  • Display 80%
  • Sincronizzazione 70%
  • Autonomia 60%
Luca Petrocchi

Autore

Luca Petrocchi

Una vita "spesa" a scartabellare blog su blog e a condividere qualsiasi informazione tecnologica. Poi un giorno ho comprato il mio primo smartphone Android e da quel momento la mia vita è cambiata!

Commenti sul review