Huawei Nova Plus: la nostra recensione

Non ci sono Commenti

Huawei esordisce nuovamente nella fascia media del mercato con il suoi prodotti della serie Nova, e ormai da qualche giorno che abbiamo in prova niente meno che Huawei Nova Plus. Ve ne parliamo in questa recensione e vi diciamo in tutta sincerità cosa ne pensiamo e perchè acquistarlo o meno.

Huawei Nova Plus

Specifiche complete

  • SIM: slot ibrido, dual (nano)
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 625 – Octa-Core fino a 2 GHZ di clock
  • GPU: Adreno 506 a 650 MHz
  • Display: IPS LCD da 5.5 pollici con vetro curvo 2.5D e risoluzione FHD (1920×1080 pixels) e 400 ppi
  • RAM: 3 GB (2,7 effettivi) – LPDDR3
  • Storage: 32 GB  (23 effettivi) – espandibile fino a 256 GB
  • Fotocamera posteriore: 16 MP – flash Dual-LED – OIS
  • Fotocamera anteriore: 8 MP
  • Batteria: Li-ion – non removibile da 3340 mAh, compatibile con Qualcomm Quick Charge 3.0
  • Sensori: accelerometro, giroscopio, bussola digitale, prossimità, luminosità ambientale, impronta digitale
  • Misure: 151,8×75,7×7,3 mm
  • Peso: 160 grammi
  • Software: Android 6.0 Marshmallow – EMUI 4.1
  • Colorazioni: Prestige Gold, Mystic Silver e Titanium Grey

Confezione

La confezione di vendita è davvero curata ed elegante. Huawei si sta dando molto da fare per tenere alto il valore dei propri prodotti e in tutta sincerità ci sta riuscendo. Nella confezione troviamo (oltre al telefono) un cavo USB Type-C, un caricatore da parete a carica veloce, manualistica, auricolari (di media qualità) e ovviamente la graffetta per rimuovere il carrellino delle SIM. Avrei apprezzato particolarmente il contenuto della confezione se i colori di cavo, caricatore e cuffie fossero abbinati alla colorazione del dispositivo (bianchi per il bianco e neri per il nero), forse sono troppo pignolo, ma magari in futuro sarà così.

Design e Materiali

Il design di Huawei Nova Plus non è particolarmente innovativo, forse è il risultato di una commistione di stili di altri dispositivi Huawei, ma non più di questoIl display da 5.5 pollici con vetro curvo 2.5D si sposa bene con il frame e scocca completamente in alluminio, nella parte alta troviamo speaker per le chiamate, sensori (prossimità e luminosità) e la fotocamera anteriore da ben 8 MP.

Basta uno sguardo veloce al frame per notare la perizia con la quale questo dispositivo è stato realizzato: tasto accensione con superficie zigrinata e bilanciere del volume sono posti sul lato destro mentre il carrellino delle SIM è posizionato sul lato sinistro (leggermente troppo evidente vista la diversa tonalità di grigio con cui è stato verniciato). Sulla parte bassa troviamo l’entrata USB-C, al centro tra due vitine (design che a quanto pare va di moda), ai limiti invece troviamo in posizione simmetrica microfono principale e altoparlante principale. Nella parte superiore del frame troviamo solo l’entrata da 3.5 mm per il jack delle cuffie e il microfono per la riduzione dei fruscii.

Il retro del dispositivo è forse la parte meno innovativa tra tutte del design, a metà strada tra un G8 e un Mate 8. Sulla parte superiore notiamo la fotocamera principale da 16 MP (un po’ sporgente!) con a fianco il flash led dual tone, poco più sotto troviamo il lettore d’impronte digitali.

Hardware e Prestazioni

Ad animare il dispositivo troviamo una CPU Snapdragon 625 e una GPU Adreno 506 coadiuvati da ben 3 GB di RAM e 32 GB di storage interna espandibile fino a 256 GB tramite MicroSD. Il tutto è talmente fluido da farci dimenticare che il chipset è pensato per i medio gamma e ci sembra quasi di avere tra le mani un prodotto davvero premium. Nei nostri due giorni di utilizzo non abbiamo riscontrato alcun lag o impuntamento neanche durante l’uso di app pesanti come quelle dei social network. Il display è sempre responsivo e anche molto luminoso.

Audio e Ricezione

Per quanto riguarda il comparto audio e la ricezione possiamo dire che il dispositivo si colloca leggermente al di sotto della media in quanto manca di una app dedicata all’equalizzazione del suono e infatti il volume massimo in cuffia non è tra i migliori. Niente da segnalare per quanto riguarda l’audio in chiamata, mentre notiamo in alcuni momenti una carenza nella ricezione (dovuta forse al software non definitivo) ma nulla di allarmante. Nella media la qualità del suono dell’altoparlante principale.

Comparto fotografico

Il comparto fotografico di Huawei Nova Plus è davvero soddisfacente, si riescono a scattare delle foto ottime non solo grazie all’ottimizzazione software del sensore da ben 16MP, ma anche per merito della sorprendente messa a fuoco. L’interfaccia della fotocamera è minimale, adatta anche all’utente più basilare che vuole scattare belle foto senza necessariamente “smanettare” con i parametri della fotocamera. Il comparto video è buono ma soffre leggermente in condizioni di luce sfavorevole. Dovendo fare una nota personale, faccio notare la mancanza di un flash frontale che sarebbe stato utile, vista la fotocamera da ben 8 MP.

Software

Su Huawei Nova Plus notiamo quanto la EMUI sia maturata nel tempo arrivando ad essere un’interfaccia completa, piacevole e affidabile. Le notifiche perse sono ormai un (brutto) ricordo lontano. Rimangono e vengono migliorate ulteriormente le possibilità di personalizzazione tramite il gestore temi preinstallato mentre impostazioni si arricchiscono di nuove voci tra cui una sezione dedicata all’uso delle nocche sullo schermo (relativamente utili e non funzionanti al 100%, ma apprezziamo il tentativo di innovazione). Una nuova impostazione che personalmente ho apprezzato è la possibilità di cambiare la densità dei contenuti dello schermo, non è una cosa professionale, infatti non si può scegliere un preciso numero di DPI, ma si può solamente switchare fra tre modalità preimpostate (piccolo, medio e grande). Solita interfaccia Huawei insomma, ma con qualche chicca in più. La versione di Android è la 6.0 Marshmallow.

Autonomia

L’autonomia è uno dei punti di forza di questo dispositivo che ci porterà sempre a sera senza il minimo problema anche con un utilizzo piuttosto intenso. Si raggiungono, senza alcun accorgimento, le 6 ore di schermo e non si avverte la necessità di utilizzare i risparmi energetici che sono comunque presenti e rimangono un’ottima risorsa in casi “estremi”. La ricarica è davvero rapida e impiega poco meno di 2 ore da 0 a 100, merito della tecnologia Qualcomm Quick Charge 3.0.

Cosa ne pensa MasterGeek

Huawei Nova Plus è senza dubbio un valido prodotto e si rivolge a quegli utenti che privilegiano la durata della batteria ed il comparto fotografico, senza tuttavia subire delle “perdite” in ambito design o prestazioni. Il Nova Plus non ha certo lo stesso stile accattivante del suo fratellino minore “Nova“, tuttavia fa bene il suo lavoro e non ci fa sentire l’esigenza di cambiarlo. La nota dolente in tutto ciò è il prezzo di vendita, secondo noi un tantino alto: ben 429 euro al lancio, previsto per i primi di ottobre. Questo potrebbe essere uno svantaggio per un tale prodotto che comunque si colloca nella fascia media del mercato, inoltre ormai possiamo trovare un ottimo P9 Plus nei vari store online aggiungendo poco meno di 100 euro.

La Recensione

Huawei Nova Plus

8 Punteggio

"Huawei Nova Plus è il nuovo phablet della casa cinese dedicato alla fascia media del mercato. Adatto a chi desidera un prodotto focalizzato sull'autonomia e sul comparto fotografico."

Dove acquistare:

Pro

  • Ottima durata della batteria
  • EMUI sempre più affidabile
  • Ottimo sensore d'impronte

Contro

  • Design poco entusiasmante
  • Prezzo al lancio troppo alto

Breakdown

  • Confezione 80%
  • Design & Materiali 80%
  • Hardware & Prestazioni 80%
  • Audio & Ricezione 80%
  • Comparto Fotografico 80%
  • Software 80%
  • Autonomia 90%
  • Rapporto qualità/prezzo 70%
Francesco Campus

Autore

Francesco Campus

Traceur, Free runner e Blogger appassionato di tecnologia e sostenitore dell'Open Source, sempre alla ricerca del meglio che il web possa offrire.

Commenti sul review