fbpx

Asus ROG GL752VW: upgrade RAM e SSD

Asus ROG GL752VW

Qualche settimana fa ho indicato le motivazioni che mi hanno spinto ad acquistare un Asus ROG GL752VW. Proprio in quel frangente vi ho anche preannunciato un upgrade di RAM e SSD, che nel frattempo ho effettuato, portando il notebook ad un livello davvero ottimo, capace a mio avviso di sostituire un PC fisso nell’utilizzo di tutti i giorni.

Quale RAM e SSD per Asus ROG GL752VW

Per massimizzare ancora di più le prestazioni ho deciso di investire nell’upgrade immediato della macchina, che di per sè è dotata di hardware discreto, ma che sentivo di poter migliorare. La mia scelta a livello di banco RAM è ricaduta sul modello Kingston HX421S13IB/8 DDR 4 da sommare ai già presenti 8 GB ed un’unità SSD Samsung MZ-N5E250BW 850 EVO da 250 GB.

Installare SSD e RAM su Asus ROG GL752VW

Premessa: i passaggi che andremo ad effettuare e le attenzioni che dobbiamo riservare ai componenti, valgono per tutti i notebook e pc, indipendentemente dal modello di macchina che ci troviamo di fronte, quindi state attenti a quello che fate!!! Nè io nè la redazione di AsusBlogItalia ci assumiamo la responsabilità di quanto possa accadere durante queste operazioni.

ATTENZIONE: I passi elencati in questa guida se effettuati in maniera sbagliata possono rovinare in modo irreparabile il vostro pc, fate attenzione e se capite di non esserne all’altezza, rivolgetevi ad un esperto!!!

Prima di toccare i componenti del pc, toccate con le mani del ferro per scaricare l’elettricità statica, e non indossate indumenti che creano staticità, perché una scarica elettrostatica sulla motherboard può bruciare le piste del PCB (circuito stampato). Evitate di toccare con le mani i componenti della scheda madre e la scheda madre stessa, tenete le RAM e l’SSD alle estremità e non toccare con materiale metallico/conduttore il PCB, potreste creare cortocircuiti compromettendo il funzionamento del pc stesso.

Si inizia

Per prima cosa, prima di spendere soldi sui componenti, assicuratevi di ordinare i pezzi giusti, informandovi sul sito del produttore sulla compatibilità di questi ultimi.

  • Una volta che abbiamo il notebook, la RAM e l’SSD, possiamo iniziare l’upgrade, spegnete il notebook, scollegate l’alimentatore e rimuovete la batteria (nel mio modello la batteria non si toglie per questo bisogna fare ancora più attenzione in quanto possiamo fare dei cortocircuiti e rovinare il pc).
  • Ruotare il notebook e aprite il coperchio di accesso alla scheda madre sul fondo del pc, togliendo le viti 2 che lo tengono fisso.
  • Inserite l’SSD facendo attenzione al verso, non forzatelo se non entra, rischiereste di piegare i contatti, spingete l’SSD in posizione e fissatelo con una vite nell’apposita sede.
  • Adesso è il momento delle RAM, io ho preferito installare il banco Kingston, più performante dell’originale, come primario e spostare il banco originale sullo slot secondario, montare le Ram è ancora più semplice, basta infilarle nello slot nel giusto verso (controllate prima il taglio sulla Ram che deve combaciare con il dente sullo slot) e spingetele delicatamente col dito in basso finché non si sente un click dovuto alle 2 linguette laterali che le bloccano in posizione.
  • Adesso rimontate il tutto e avviate il notebook nel BIOS per controllare se il pc vede sia la RAM che l’SSD e per impostare l’SSD come Primario.
  • Non ci rimane che installare il Sistema Operativo seguendo la precedente guida pubblicata Come installare Windows 10 con UEFI