fbpx

Asus Zenfone 3: le prime immagini

00677QGpjw1f34gvpz8c1j30u01d1ajl

Nelle ultime ore sono apparse in rete alcune immagini che mostrano il possibile aspetto dei prossimi device della casa taiwanese: Asus Zenfone 3 e Asus Zenfone 3 Deluxe. Ovviamente questo non sarà l’aspetto definitivo dei nuovi smartphone della serie Zenfone, tuttavia possiamo dire con una buona approssimazione che il risultato finale non si discosterà troppo.

Asus Zenfone 3 avrà una scocca in metallo

Asus Zenfone 3

Ciò che salta subito all’occhio vedendo le immagini è il profilo in alluminio accompagnato da una scocca rivestita di vetro 2.5D, è facile pensare infatti che anche Asus (in linea con gli altri produttori) abbandoni la plastica per dei materiali che riescano a dare un feeling premium ai suoi prodotti; altri particolari immediatamente visibili sono l’aggiunta di un modulo flash LED alla camera anteriore, il flash dual tone e la messa a fuoco laser per la camera posteriore (che risulta essere leggermente sporgente) e un tasto posizionato proprio sotto quest’ultima che potrebbe essere il lettore d’impronte digitali; alcuni tra i fan della serie Zen potrebbero rimanere delusi dal fatto che il bilancere del volume e il tasto accensione/spegnimento sono stati spostati sul lato destro del device.

Asus Zenfone 3 avrà anche una versione “Deluxe”

ASUS-Zenfone-3-1

La versione Deluxe di Asus Zenfone 3 disporrà invece un corpo interamente in metallo e, a differenza della versione standard che avrà in dotazione i soliti tasti soft-touch a bordo schermo, potrà vantare un tasto “Home” fisico che molto probabilmente integrerà un sensore biometrico al pari di HTC 10, possiamo quindi ipotizzare che il bilancere del volume (almeno nella variante deluxe) sarà al “suo” posto.

Asus Zenfone 3 potrebbe essere annunciato in occasione del Computex che si terrà a Tapei a fine maggio, dunque non dovremo aspettare molto per scoprire la sua scheda tecnica. Quali sono le vostre considerazioni in merito? Vi aspettavate di più o pensate che Asus stia facendo un buon lavoro?

 

Fonte