fbpx

Confronto tra WordPress.org e WordPress.com: differenze, pro e contro

Wordpress.org e Wordpress.com: differenze, pro e contro

Se si decide di creare un sito per promuovere la propria attività online, e si sceglie WordPress per la realizzazione dello stesso, ci si ritrova dinanzi a una scelta da fare. Esistono, infatti, due versioni e bisogna capire se scegliere WordPress.org o WordPress.com. Potrebbe sembrare una scelta facile da compiere, magari guidati dal caso. Eppure non è così, perché bisogna conoscere da vicino l’una e l’altra versione del CMS, così da capire per quale optare.

Confronto tra Wordpres.org e WordPress.com: quali sono le differenze

Sebbene si tratti sempre di WordPress, c’è da sottolineare che le due versioni .org e .com sono nate in momenti differenti.

Per chi non lo sapesse, infatti, in principio esisteva solo WordPress.org. Era l’ormai lontano 2003 e il team di sviluppatori decise di mettere a punto questo servizio self hosted del tutto gratuito che, però, per essere utilizzato al meglio richiedeva l’acquisto di un dominio e di un piano hosting. Per utilizzare questa versione di WordPress, che permette di installare i vari temi e i tanto utili plugin, la prima cosa da fare è, quindi, quella di scegliere e acquistare sia un piano hosting che un nome dominio rappresentativo della propria attività.

Per questo motivo, si deve andare a scegliere un servizio hosting perfetto per WordPress, scegliendo tra i migliori quello più adatto alle proprie esigenze. Esistono diversi tipi di piani, con diverse caratteristiche e differenti prezzi: scegliere quello che fa al caso proprio è il primo passo per il successo online.

Se si parla di WordPress.com, invece, le cose cambiano. Questa versione nasce due anni dopo la precedente ed è messa a punto dagli stessi sviluppatori che hanno deciso di offrire anche un’altra tipologia di prodotto. Con la versione .com si ha a propria un hosting preinstallato che, però, è accessibile attraverso un dominio di terzo livello. Si può creare tutto attraverso la piattaforma WordPress e non si necessita dell’acquisto di dominio e hosting.

Da una prima analisi potrebbe apparire più conveniente la versione .com, quindi. Attenzione però: si deve precisare che questa non supporta temi e plugin. La scelta deve essere fatta in base ai pro e ai contro delle due versioni e, soprattutto, seguendo quelle che sono le esigenze che si hanno. 

Vantaggi e svantaggi di WordPress.org

Ecco, quindi, che si deve ribadire che le possibilità di personalizzazione che dà la versione .org sono tante. Sebbene si debbano affrontare delle spese, si ha d’altro canto la possibilità di personalizzare tema, plugin e tutto ciò che si desidera grazie a questa soluzione self-hosted. Il discorso vale sia per temi e plugin gratuiti che a pagamento: si ha, in buona sostanza, un largo margine di scelta. Inoltre, si ha il pieno controllo sul sito e sui suoi contenuti e questo è un vantaggio che non può in alcun modo essere sottovalutato.

Vantaggi e svantaggidi WordPress.com

Abbiamo già notato che, con ogni probabilità, chi sceglie la versione .com lo fa perché non vuole sostenere delle spese e perché preferisce un qualcosa di più semplice anche se meno personalizzabile. Il problema, infatti, è proprio questo: si ha accesso a pochi, pochissimi temi, non si possono caricare plugin, si ha un controllo limitato dei contenuti e del sito anche se, di contro, è tutto pronto per essere usato.

Alla luce di quanto detto, quindi, è importante andare a individuare e chiarire quelle che sono le proprie esigenze, cercando di optare per la soluzione migliore. Di certo, se si vuole la massima libertà, la soluzione più congeniale è quella offerta dall versione .org.