fbpx

Gli smartphone Asus avranno Adblock Plus nel 2016

Mentre gli editori e gli inserzionisti dibattono sull’uso di strumenti per bloccare le pubblicità, Asus ha preso una posizione. L’azienda taiwanese inizierà nel 2016 a far uscire i cellulari direttamente con Adblock Plus nel suo browser, attivo di default. Ha collaborato con Eyeo GmbH, i creatori di Adblock Plus, per inserire l’estensione che impedisce alle pubblicità di aprirsi nei suoi telefoni. Till Faida, co-fondatore e amministratore delegato dell’impresa, ha affermato: “Siamo molto felici di lavorare con Asus, la prima azienda che ha deciso d’integrare l’estensione nei dispositivi mobili. È un’altra spinta all’innovazione nell’industria pubblicitaria”.

asus-browser

Non sarà un problema per i media e altre industrie interessate, perché si stima che l’Asus Browser venga usato da circa 15 milioni di persone, mentre Google Chrome da più di 800 milioni su Android e iOs. Gli strumenti per bloccare le pubblicità esistono da più di un decennio ora, ma è solo dal 2015 che sono sotto le luci della ribalta. Infatti Apple ha permesso agli utenti d’installare un software che impedisce ai banner pubblicitari di apparire sui browser degli smartphone, opzione compresa nel sistema operativo iOS 9.

Non tanto tempo dopo l’uscita di iOS 9, Marco Arment, co-fondatore di Tumblr e sviluppatore delle app Instapaper e Overcast, ha rilasciato un ad-blocker chiamato Peace. Due giorni dopo ha ritirato l’app, dicendo che non voleva decidere se l’uso di un programma del genere fosse morale o no. Noi consumatori dovremmo però notare che Adblock Plus è abbastanza corretto, perché permette agli inserzionisti di pagare una somma per impedire che le loro pubblicità vengano bloccate dall’estensione, a patto che soddisfino determinati criteri. Possiamo sempre decidere se disabilitare le pubblicità accettabili nelle impostazioni.