Tutto quello che sappiamo finora su LG V20

LG V20
Luca Petrocchi
Scritto da Luca Petrocchi

Giusto ieri parlavamo di LG V20: sul suo account Twitter statunitense LG ha pubblicato un breve video girato proprio con lo smartphone che sarà presentato il 6 settembre, nel quale però non veniva mai mostrato, facendo così aumentare l’hype intorno a questo nuovo dispositivo. Nell’attesa di vederlo alla presentazione (e magari dal vivo all’IFA di Berlino), abbiamo provato a ragionare su quali caratteristiche possa avere questo nuovo telefono di LG.

Il motivo di tanta attesa (e di tanta pubblicità) è molto semplice: la casa coreana sta provando a buttarsi alle spalle il mezzo flop delle vendite del suo top di gamma G5. Presentato come uno smartphone che avrebbe rivoluzionato il mercato, grazie alle sue particolarissime caratteristiche (doppia fotocamera, moduli…), i suoi dati di vendita hanno invece deluso su tutti i fronti.

Così per ripartire LG ha scelto di puntare sul successore di uno smartphone non molto pubblicizzato, ma, a quanto sembra, molto apprezzato tra gli utenti: LG V10. Ma cosa sappiamo effettivamente di LG V20? Abbiamo provato a mettere insieme tutti i rumors e i leaks della rete, per cercare di immaginarcelo.

Moduli, doppia fotocamera e doppio display per LG V20

Innanzitutto la cosa più evidente: sarà il primo smartphone ad aver installato Android 7.0 Nougat. Anche se potrebbe non sembrare, questa è una caratteristica molto importante. Mentre saranno molti gli smartphone degli altri produttori che verranno aggiornati in futuro al nuovo sistema operativo, LG sta puntando molto sul fatto che i propri smartphone (anche quelli di fascia medio-bassa) escano dalla fabbrica con l’ultima versione di Android installata.

Già ad aprile, durante la presentazione della serie K, questa caratteristica fu molto sottolineata dagli addetti, mentre veniva mostrato un LG K8 con Android 6.0 Marshmallow già presente. Potrebbe, in effetti, essere una buona strategia per il futuro quella di puntare su dispositivi più aggiornati a livello software rispetto alla concorrenza. Bisogna tener presente che secondo i dati di Google, al primo di agosto solo 15,2% dei dispositivi Android in circolazione ha installato Marshmallow, ed uscire dalla fabbrica con l’ultimissima versione del sistema, significa più sicurezza, oltre che più funzioni.

LG V20

Android 7.0 sarà presente di default su LG V20

Ma a livello hardware? Sulle specifiche tecniche ancora ne sappiamo poco. Tuttavia, alcuni rumors emersi in rete nei giorni scorsi, fanno pensare ad una specie di incrocio tra un G5 e il suo predecessore V10. I render svelati da @OnLeaks mostrerebbero uno smartphone di almeno 5,7’’, con un “rigonfiamento” dalla parte della fotocamera che confermerebbe il doppio sistema di lenti già visto nel G5. Inoltre, altra cosa ereditata dal G5, anche LG V20 sarà uno smartphone modulare.

Anche se quest’ultima non sembrerebbe una delle caratteristiche più apprezzate del G5, ci auguriamo che qualora fosse confermata, almeno ci sia una sorta di compatibilità con gli accessori già presentati (i cosiddetti LG Friends). Sotto il cofano, anche se nessun dettaglio è ancora emerso, ci si aspetta di trovare delle caratteristiche hardware di fascia medio-alta. Si parla di un processore quadcore con almeno 4 GB di RAM, comunque.

LG V20

La parte posteriore mostra un sistema con doppia fotocamera

LG V20

Il design posteriore assomiglia molto a LG G5

Il display, dicevamo, dovrebbe essere intorno ai 5,7’’: con una dimensione del genere, ci si dovrebbe aspettare una batteria di almeno 3000 mAh (ma auspicabilmente superiore). Inoltre, dovrebbe essere presente il famoso display secondario che è stato abbastanza apprezzato dai possessori del V10.

LG V20

Il doppio display sarà presente anche sul V20

LG ha inoltre dichiarato che proseguirà la sua partnership con Bang & Olufsen, creatori del modulo B&O Play per il G5. Queste poche parole dovrebbero tradursi con la presenza sullo smartphone di un DAC 32-bit (ovvero di un convertitore audio digitale-analogico), che assicurerebbe una qualità di riproduzione musicale che ben pochi dispositivi possono vantare. Sembrerebbe improbabile invece che la partnership possa tradursi in un nuovo modulo audio DAC creato appositamente per il V20.

La presentazione sarà martedì 6 settembre a San Francisco, ma quello che ci stiamo chiedendo in molti e se lo vedremo già all’IFA di Berlino. Come vi abbiamo già raccontato, la fiera dell’elettronica tedesca si svolgerà a partire dal 31 agosto, fino al 7 di settembre. Quindi potrebbe esserci lo spazio per un hands-on subito dopo la presentazione ufficiale, o almeno ce lo auguriamo.

 

Fonte