fbpx

Ripristino configurazione di sistema Windows 10

Ripristino configurazione sistema Windows 10

Il tuo pc ha iniziato a perdere prestazioni ed è molto lento? Windows 10 si è bloccato improvvisamente e non sai come fare? In questi puoi sfruttare una funzionalità del sistema operativo di Microsoft, chiamata Ripristino configurazione di sistema, una procedura con la quale puoi riportare il pc a una data precedente per risolvere velocemente il problema. In questo articolo ti mostreremo come effettuare l’operazione, per eseguire il Ripristino configurazione di sistema Windows 10. Ecco come fare, quanto dura il procedimento e a cosa serve.

Ripristino configurazione di sistema Windows 10 quanto tempo dura?

Quasi tutte le versioni di Windows, soprattutto quelle dalla 7 alla 10, dispongono della funzionalità Ripristino configurazione di sistema. Si tratta di un’opzione molto utile, infatti l’operazione non mette a rischio file, documenti e altri tipi di dati salvati nel pc, perciò non è necessario effettuare nessun tipo di backup. L’unico rischio è la perdita di alcuni programmi installati di recente, qualora dovessi scegliere una versione di Windows anteriore, tuttavia basterà reinstallarli di nuovo per risolvere senza particolari problemi.

Molti utenti ci hanno chiesto “il Ripristino configurazione di sistema Windows 10 quanto dura?”. La risposta a questa domanda è piuttosto semplice, infatti servono appena pochi minuti per concludere l’operazione, allo stesso tempo dipende dalla versione del sistema operativo, dalle capacità del proprio pc e dalla presenza di file e programmi di grandi dimensioni. In media con 10 minuti al massimo puoi mettere a posto il computer, sbloccando Windows o migliorandone le prestazioni dopo un rallentamento. Senza perderci in altre chiacchere vediamo subito come funziona il procedimento.

Come fare il Ripristino configurazione di sistema Windows 10 bloccato

Innanzitutto devi entrare nel pannello principale di Windows 10, cliccando sul tasto Start e digitando nella barra di ricerca Crea un punto di ripristino. In alternativa puoi sempre seguire tutti i passaggi, entrando nel Pannello di controllo per poi proseguire con Sistema e sicurezza > Sistema > Impostazioni di sistema avanzate > Protezione del sistema. A questo punto si aprirà una finestra, quindi bisogna controllare di stare nella sezione Protezione sistema, come indicato in alto a sinistra, dunque selezionare l’opzione Configura in basso a destra.

In seguito si aprirà una nuova finestra chiamata Protezione sistema per Disco locale (C:), dove è necessario mettere la spunta sulla voce Attiva protezione sistema e scegliere lo spazio sul disco, secondo un parametro compreso tra il 2 e il 5%. Per farlo basta muovere l’apposito selettore, il quale a sinistra sarà regolato al minimo, quindi al 2%, altrimenti spostandolo a destra si arriverà fino al valore più elevato disponibile. Una volta terminata la configurazione della sezione Utilizzo spazio su disco non resta che cliccare su Applica e Ok.

Adesso dobbiamo creare un punto di ripristino, ovvero stabilire un momento al quale sarà riportato il sistema operativo, in questo modo si dovrebbero risolvere i problemi riscontrati in precedenza. Per farlo è necessario tornare nella schermata Proprietà del sistema, selezionare la finestra interna Protezione sistema e in basso cliccare su Crea. Nella nuova finestra denominata Protezione sistema, sotto la dicitura Creare un punto di ripristino, bisogna scrivere Punto di ripristino Windows 10 e cliccare nuovamente su Crea, aspettare che il sistema elabori la richiesta e infine chiudere la schermata.

Adesso è necessario concludere, perciò bisogna tornare nella schermata Protezione sistema all’interno della sezione Proprietà del sistema, scegliere l’opzione Ripristino configurazione sistema, selezionando poi Avanti > Avanti > Fine. Finalmente il sistema operativo Windows 10 sarà riavviato, procedura che potrebbe richiedere alcuni minuti, dopodiché dovrebbe mostrare una notifica che il sistema è stato ripristinato a una data precedente, perciò il gioco è fatto e non resta che controllare che tutto funzioni correttamente.

Ripristino configurazione Windows 10: soluzioni alternative

Ripristino Windows 10

Come abbiamo visto la procedura di Ripristino configurazione di sistema Windows 10 bloccato è piuttosto semplice, tuttavia in alcuni casi potrebbe non funzionare, ad esempio perché il sistema operativo non si riavvia automaticamente dopo l’operazione manuale. In tale evenienza è possibile usare una procedura alternativa, avviando l’installazione di Windows 10 da chiavetta USB o da un supporto CD/DVD, come se si trattasse della prima configurazione, ma senza finalizzarla.

Infatti quando il sistema richiede di cliccare sulla voce Installa, invece che continuare bisogna selezionare l’opzione Ripristina il computer, quindi Risoluzione dei problemi > Opzioni avanzate > Ripristino del sistema > Windows 10 e infine basta seguire la procedura guidata, ripetendo quando mostrato nel paragrafo precedente. Ciò funziona perfettamente con pc che dispongono del sistema UEFI, altrimenti con BIOS esistono delle differenze minime, nonostante i passaggi principali siano i medesimi.

Ovviamente puoi anche decidere di formattare Windows 10, tuttavia in questo caso dovrai salvare tutti dati che non vuoi perdere, effettuando un backup prima di procedere. Un’altra opzioni consiste nel rimuovere un aggiornamento Windows installato, poiché potrebbe darsi che è questo nuovo sistema a creare problemi nel pc, soprattutto se hai appena effettuato l’aggiornamento. Per ritornare alla versione precedente clicca sul pulsante Start, poi seleziona Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update > Visualizza la cronologia degli aggiornamenti > Disinstalla aggiornamenti, quindi clicca con il taso destro sull’aggiornamento e rimuovilo selezionando l’opzione Disinstalla.