fbpx

Ripristino Windows 10 bloccato senza cancellare i dati

Ripristino Windows 10 bloccato senza cancellare i dati

Stavi usando il pc e improvvisamente Windows 10 si è bloccato? Non riesci a usare il computer perché il sistema operativo non si avvia correttamente? Non ti preoccupare, infatti in questi casi puoi effettuare il ripristino di Windows 10, qualsiasi versione tu stia utilizzando, scegliendo tra alcune modalità differenti. Ad esempio puoi reinstallare una versione o una data precedente, sfruttare la funzionalità nativa Reimposta il PC oppure il programma Media Creation Tool. Vediamo tutte le opzioni disponibili per capire come reimpostare Windows 10 bloccato senza perdere i dati.

Ripristino Windows 10 con funzionalità Reimposta il PC

Vuoi effettuare il ripristino di Windows 10? Se il sistema operativo del tuo pc non funziona correttamente, Microsoft propone una funzionalità nativa semplice e veloce da utilizzare in questi casi. Si tratta in particolare dell’opzione Reimposta il PC, con la quale è possibile scegliere tra due modalità:

  • reimpostare Windows 10 mantenendo i file
  • reimpostare Windows 10 rimuovendo i file

Nel primo caso verranno mantenuti tutti i dati personali, tuttavia saranno cancellate le applicazioni e le impostazioni del sistema operativo, mentre con la seconda opzione sarà rimosso tutto. La scelta dipende ovviamente dalle proprie esigenze, per questo motivo è consigliabile effettuare un backup periodico dei dati, salvando i file più importanti su un supporto esterno, oppure su uno spazio cloud come Google Drive, Dropbox o Microsoft OneDrive.

In entrambi i casi la procedura da seguire per il ripristino di Windows 10 è la seguente. Innanzitutto bisogna entrare nelle impostazioni del sistema operativo, quindi accedere alla sezione Aggiornamento e sicurezza, cliccare sull’opzione Ripristino, scegliere la voce Reimposta il PC e continuare premendo il pulsante Per iniziare. A questo punto non resta che indicare una delle opzioni proposte, scegliendo se mantenere i file o rimuovere tutto, per riportare il pc alla configurazione delle condizioni di fabbrica.

Il primo procedimento è abbastanza veloce, tuttavia non è sempre così efficiente, mentre con il secondo si possono perdere dei file e la procedura è piuttosto lunga, allo stesso tempo si tratta di un’operazione più efficace in tali situazioni. Dopo il ripristino il sistema operativo verrà riavviato, perciò al termine sarà possibile effettuare una nuova configurazione di Windows 10, quindi potrai decidere se usare le impostazioni predefinite o quelle personalizzate, infine ti verrà richiesto il codice di attivazione del sistema operativo.

Ripristino Windows 10 con opzione Fresh Start

In alternativa, per ripristinare Windows 10 senza cancellare i dati è disponibile un’ulteriore procedura, che prevede l’utilizzo della funzionalità Fresh Start. L’opzione non è presente in tutti i sistemi operativi, quindi per verificare se è possibile usare questa modalità è necessario effettuare un passaggio preliminare. Per farlo basta cliccare sul pulsante Windows e il tasto R, indicare Winver e guardare se il numero è superiore al codice 1703, altrimenti non sarà possibile impiegare tale procedimento per il ripristino del sistema operativo. In caso contrario l’operazione da eseguire è la seguente.

Windows 10 mette a disposizione degli utenti una funzione molto utile, soprattutto per chi non è molto esperto di pc. L’opzione consente al sistema di trovare da solo il problema, cercando la soluzione migliore per risolvere l’anomalia e ripristinare il corretto funzionamento del software di gestione del computer. Per avviare la modalità basta aprire la schermata principale delle impostazioni, scegliere la voce Aggiornamento e sicurezza> Ripristino e cliccare su Risoluzione dei problemi> Opzioni avanzate> Ripristino all’avvio.

Questo procedimento non sempre consente di rimediare al blocco del sistema operativo, tuttavia in alcuni casi è una soluzione semplice e veloce. Prima di passare a un’altra soluzione tecnica è importante ripetere l’operazione alcune volte, poiché un solo tentativo potrebbe non essere sufficiente. Di solito questa procedura è indicata quando Windows 10 non si avvia correttamente, oppure quando sono presenti dei piccoli problemi che non permettono al sistema di caricarsi in maniera ottimale, altrimenti bisogna adottare opzioni più drastiche e complesse.

Ripristino Windows 10 bloccato con Media Creation Tool

Ripristino Windows 10 bloccato senza cancellare i dati

Se il sistema operativo del tuo pc è bloccato o non si avvia nel modo corretto, una soluzione possibile è utilizzare un software esterno come Media Creation Tool, con il quale puoi effettuare il ripristino di Windows 10 senza cancellare i dati. Il programma è ufficiale e rilasciato gratuitamente da Microsoft, quindi puoi scaricarlo senza spendere nulla sul sito web ufficiale dell’azienda, devi soltanto scegliere tra la versione a 32 o 64 bit e avviare il download, salvandolo sul pc o su un supporto esterno.

Dopodiché è necessario avviare il software, selezionare la modalità di caricamento preferita, optare per l’aggiornamento e avviare l’operazione. Per evitare di perdere i dati durante il ripristino di Windows 10 è importante indicare tale scelta, per mantenere tutti i file personali, le impostazioni e le applicazioni installate precedentemente, oppure puoi decidere di rimuovere tutto e avviare il procedimento. Infine non ti resta che cliccare su Avanti e Installa, attendere che il riavvio del computer, eseguire la configurazione iniziale e controllare che il sistema operativo funzioni correttamente.

Ripristino Windows 10 a versione precedente

Un’altra modalità per risolvere eventuali malfunzionamenti, consiste nel ripristino di Windows 10 a una versione precedente. Si tratta di un’opzione utile se ad esempio hai aggiornato da poco il sistema operativo, infatti se la nuova versione non dovesse funzionare puoi sempre tornare indietro, configurando il software a una data anteriore. Per farlo entra nelle impostazioni principali del pc, clicca sulla voce Aggiornamento e sicurezza, poi seleziona Ripristino> Per iniziare> Torna alla versione precedente di Windows 10.

L’operazione consente di mantenere tutti i file personali, ad eccezione delle applicazioni installate, dei driver e delle configurazioni realizzate. Dopo la procedura bisogna cancellare la cartella Windows.old, per eliminare tutti i dati relativi all’altra versione del sistema operativo. Devi soltanto aprire il programma Pulizia disco quindi selezionare l’opzione Pulizia file di sistema e poi scegliere la funzionalità Installazioni di Windows precedenti, confermando l’operazione per concludere tutto il procedimento.

Ripristino Windows 10 senza cancellare i dati

Ripristino Windows 10 bloccato senza cancellare i dati

Se hai paura di perdere dei file importanti, ad esempio foto, documenti e app presenti nel computer, ecco una procedura affidabile per il ripristino di Windows 10 senza cancellare i dati. In questo caso devi salvare tutti i file che vuoi proteggere, effettuando un backup e scaricando i dati su una chiavetta USB o un qualsiasi supporto rigido esterno adeguato. In alternativa puoi collegare il dispositivo a un altro pc, usando ad esempio una dock station o un adattatore, per mettere al sicuro tutte le informazioni più rilevanti.

Dopodiché puoi procedere all’installazione di Windows 10, utilizzando il supporto fornito dal programma Media Creation Tool come spiegato nel paragrafo precedente. In seguito non resta che effettuare la configurazione di Windows 10, attivare la versione del sistema operativo, accettare le condizioni d’uso e cliccare su OK alla comparsa del messaggio in merito alla partizione. Infine troverai tutti i file salvati nella cartella Windows.old, dalla quale potrai anche eliminare quelli vecchi o le applicazioni che non vuoi reinserire.

Ripristino Windows 10 a data precedente

Un’ultima opzione del sistema operativo permette di eseguire il ripristino di Windows 10 a una data precedente, tornando di fatto indietro nel tempo a un punto preciso. Tale soluzione è indicata se sai esattamente cosa ha bloccato il computer, informazione che ti consente di rimuovere eventuali malfunzionamenti semplicemente attivando una versione temporale precedente. L’operazione è chiamata in gergo tecnico Punto di ripristino del sistema, e non mette a rischio i file personali o le applicazioni installate.

Per procedere devi soltanto entrare nelle impostazioni di Windows, aprire il Pannello di controllo, selezionare la voce Ripristino e cliccare su Ripristino> Apri ripristino configurazione di sistema> Ripristinare le impostazioni e i file di sistema. A questo punto devi digitare Avanti, scegliere la data alla quale verrà ricondotto il sistema operativo e cliccare sull’opzione Cerca programmi interessati. Così facendo potrai visualizzare le app che saranno affettate dal procedimento di ripristino, infine devi avviare l’operazione e attendere la conclusione, che di solito comporta anche il riavvio di Windows 10.