MasterGeek Smartphone Pillole di Pokémon Go: Easter Egg e consigli di gioco

Pillole di Pokémon Go: Easter Egg e consigli di gioco

- Advertisement -

Pokémon Go è uno di quei giochi che ha avuto successo ancor prima della sua data di lancio ufficiale. Tra giocatori nostalgici e nuovi fan della serie il gioco è talmente popolato che ultimamente i server non reggono per 24 ore consecutive. Perciò se anche voi state giocando a Pokémon Go, noi di MasterGeek abbiamo qualche consiglio da darvi con la nostra rubrica Pillole di Pokémon Go per iniziare alla grande la vostra carriera di allenatori!

Pillole di Pokémon Go: Easter Egg

Charmander, Squirtle o Bulbasaur? Io ho scelto il draghetto di fuoco, ma voi che state iniziando la vostra avventura avete l’opportunità di scegliere niente meno che Pikachu! Come? Semplicissimo, nel momento in cui vi ritrovate attorno i tre classici starter non dovrete far altro che ignorarli e camminare per qualche metro. Facendo in questo modo apparirà un Pikachu che potrete catturare, un must per coloro che sono rimasti ai tempi di Pokémon Giallo.

Pokèmon Go

Pillole di Pokémon Go:  facciamo evolvere Eevee

Tutti noi conosciamo Eevee e le sue strepitose capacità evolutive, tuttavia nel gioco sono presenti solo tre dei suoi stadi evolutivi: Jolteon, Vaporeon e Flareon. La domanda è lecita, come si fa a scegliere lo stadio evolutivo del proprio Eevee? Beh diciamocelo, qualche tempo fa era tutto più facile, bastava avere la pietra giusta, ma in Pokémon Go le cose sono leggermente diverse.

Ricordate la puntata della prima serie di Pokémon in cui venivano presentate per la prima volta le tre (a quel tempo erano solo tre) evoluzioni di Eevee? Bene, ognuno dei tre pokèmon aveva un soprannome datogli dal proprio allenatore ed è proprio ciò che dovremo fare per poter scegliere l’evoluzione del nostro Eevee: per farlo evolvere in Jolteon dovremo chiamarlo Sparky mentre per farlo evolvere in Vaporeon dovremo soprannominarlo Rainer e infine per avere un Flareon dovremo chiamare il nostro Eevee, Pyro. Al momento dell’evoluzione avremo nella nostra squadra il pokèmon desiderato.

eeveelution

 

Pokémon Go: consigli di gioco

Il primo consiglio può sembrare ovvio, ma la proponiamo lo stesso: si tratta di “razziare” tutti i Poké-Stop nelle vicinanze tenendo bene a mente che ogni Poké-Stop si ricarica in soli 5 minuti, perciò la tecnica ideale da adottare potrebbe essere quella di recarsi in un luogo dove siano presenti almeno due o tre Poké-Stop e raccogliere tutti gli oggetti disponibili a rotazione in modo tale che mentre ci si dirige verso un Poké-Stop nelle vicinanze quello appena “svuotato” ci dia la possibilità di avere altri oggetti.

pokestops-700x377.jpg.optimal

Per salire velocemente di livello bisogna guadagnare esperienza, e in questo ci aiuta un oggetto, che possiamo ottenere dai Poké-Stop, chiamato “fortunuovo“. Il suo effetto è quello di raddoppiare tutti i punti esperienza ricevuti nell’arco di 30 minuti a partire dall’utilizzo. In combinazione è possibile usare un’altro oggetto, “l’aroma” che attira i Pokémon selvatici. Procedendo in questo modo sarà piuttosto facile salire di livello e anche trovare pokèmon più rari!

Volete catturare i Pokémon come degli esperti? Allora dovrete sapere che non basta lanciare una poké-ball e basta, avete provato a effettuare un lancio curvo? Per farlo basta far roteare velocemente la poké-ball in senso orario o antiorario prima di lanciarla e se il lancio va a buon fine otterrete anche un bonus in esperienza! Molti di voi si chiederanno a cosa serve il cerchio che contorna i Pokémon e perchè si restringe e si allarga in continuazione. Dovete sapere che è più facile catturare un Pokémon quando il cerchio è grande e verde, mentre è più difficile catturarlo quando il cerchio risulta piccolo e scuro. Tuttavia proprio in quest’ultimo caso riuscendo a catturare il Pokémon in questione si otterrà un ulteriore bonus in esperienza. Provate l’accoppiata lancio curvo e cerchio stretto e vedrete voi stessi!

Potrebbe sembrare una contraddizione, ma all’inizio è sconsigliato potenziare i propri Pokémon e/o farli evolvere. Perchè? Perchè col passare del tempo, salendo di livello avrete l’occasione di trovare e catturare Pokémon molto più forti di quelli che possedete, anzi addirittura più forti dei Pokémon che avete potenziato o fatto evolvere. Perciò meglio conservare caramelle e polvere di stelle per quando sarete sicuri di usarle nel modo giusto. Potete anche ottenere delle caramelle catturando Pokémon ma anche trasferendo un Pokémon al professore, nel primo caso ne guadagnerete 3, nel secondo solo una.

Pokèmon Go

Sapevate dell’esistenza di una modalità “risparmio” all’interno della applicazione? Direttamente dalle impostazioni è possibile attivare il risparmio batteria spuntando l’apposita casella. In questo modo quando il gioco risulterà inattivo verrà mostrata una semplice schermata nera con il logo del gioco e se dovessero apparire dei Pokémon verrete avvisati come al solito con una vibrazione, utile per quando vogliamo giocare senza tenere gli occhi fissi sul cellulare.

Se volete risparmiare un altro po’ di batteria potete sempre disattivare la modalità a realtà aumentata. Risparmierete invece una quantità notevole sia di dati che di batteria se scaricherete tramite Google Maps l’area relativa al vostro comune di residenza o qualunque sia la zona in cui intendete giocare.

photo346801580062911094

Se anche voi avete dei consigli che volete condividere potete scriverli nei commenti.

Avatar
Francesco Campus
Blogger appassionato di tecnologia e sostenitore dell'Open Source, sempre alla ricerca del meglio che il web possa offrire.

Più letti

Modellismo Auto: passione geek?

Il modellismo auto, come sappiamo, è quell’attività collocata a metà strada tra l’hobby e l’arte, che consiste nel realizzare modelli in scala...

Update Google Duo: note, messaggi audio e tanto altro

Continua la scalata di Google Duo alla vetta delle applicazioni di messaggistica più utilizzate sugli smartphone. Dopo aver scoperto cos'è e le...

Come creare un account Google

Quando si pensa ad internet la prima cosa che viene in mente è Google, il più grande motore di ricerca che da...

Amazon Alexa: cos’è e come funziona

Amazon Alexa è il nome che si attribuisce ad uno degli ultimi dispositivi elettronici più innovativi. Si parla di un'intelligenza artificiale che...

Come pulire le nostre cuffiette preferite

Le cuffiette sono ormai entrate a far parte degli accessori della nostra quotidianità. Le usiamo ovunque: per ascoltare musica e video, per...

Burraco online: quale scegliere anche senza registrazione

Vi piace giocare a carte e vorreste organizzare una partita a burraco ma non avete il tempo per farlo? Nessun problema! Quando...

Come fare per: nascondere orario ultimo accesso a Facebook

A chi di voi non è mai capitato di avere seccature a causa di persone che controllano il nostro ultimo orario di...

Come collegare una cassa Bluetooth al telefono

Quando arriva il momento di ascoltare la musica sul tuo telefono, non c'è modo migliore ormai, vista la mancanza sempre più costante...

Uova Pokémon Go: contenuto, lista aggiornata e trucchi

Le uova Pokémon Go costituiscono una delle caratteristiche più avvincenti di tutto il gioco. La loro schiusa permette ai Pokémon di “nascere”...

Codice QR Whatsapp web: dove lo trovo?

Sono moltissime le ragioni per le quali potresti voler iniziare ad usare WhatsApp Web, una funzionalità molto utile della popolare applicazione di...

Lettore QR Code: tutto quello che devi sapere

È ormai frequente, navigando online, imbattersi in un QR Code. Si tratta di un’immagine, apparentemente senza una forma specifica, che si presenta...

Errore durante l’analisi del pacchetto: risolvere il fastidioso problema

Se sei atterrato su questa pagina vuol dire che sulla schermata del tuo smartphone Android hai un messaggio di errore che recita:...

Verifica CRO: come sapere se un bonifico è reale oppure no

Ti sarà capitato sicuramente almeno una volta nella vita di ricevere un bonifico e di conseguenza di richiedere la famosa "contabile" per...

Cos’è e come si usa Google Duo

Quante app esistono di cui hai sentito poco parlare, ma che se confrontate con altre hanno funzioni decisamente più interessante e soprattutto...

Articoli correlati

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui