Xiaomi Redmi 3 Pro VS Huawei G8: il nostro confronto

Xiaomi Redmi 3 Pro vs Huawei G8
Scritto da Francesco

Dopo averli recensiti entrambi, abbiamo deciso di mettere a confronto due dispositivi di brand diversi, ma con hardware identico: da un lato abbiamo Xiaomi Redmi 3 Pro mentre dall’altro abbiamo Huawei G8. Entrambi i dispositivi sono stati pensati per la fascia medio/bassa del mercato e oggi andremo a confrontarne alcuni aspetti, che vi aiuteranno sicuramente a decidere se acquistare l’uno o l’altro.

Xiaomi Redmi 3 Pro vs Huawei G8: gemelli di hardware e rivali di software

Specifiche tecniche a confronto

 Xiaomi Redmi 3 ProHuawei G8
Display5 pollici - HD5.5 pollici - FHD
CPUSnapdragon 615Snapdragon 615
GPUAdreno 405Adreno 405
RAM/ROM3/32 GB - espandibile3/32 GB - espandibile
Camera13 MP + 5 MP13 MP + 5 MP
Batteria4100 mAh3000 mAh
Peso144 grammi167 grammi
Prezzo150 euro285 euro

Confezione: Xiaomi 0 – Huawei 1

La confezione di vendita degli smartphone Xiaomi è da sempre minimale e poco originale, oserei dire volta al risparmio, al contrario la confezione degli smartphone Huawei (sopratutto ultimamente) rivela molta attenzione ai dettagli e si dimostra anche piuttosto originale nella posizione degli elementi al suo interno.

Design e Materiali: Xiaomi 0 – Huawei 2

Per quanto riguarda design e materiali è Huawei G8 a vincere questo round, con un design più curato e meno anonimo rispetto a Xiaomi Redmi 3 Pro: a favore di G8 va il vetro 2.5D, la posizione favorevole dello speaker principale ed anche lo spessore meno pronunciato. D’altro canto sono evidenti anche alcuni difetti come la camera sporgente e gli inserti in plastica per le antenne molto evidenti.

Hardware e Prestazioni: Xiaomi 1 – Huawei 2

A discapito dei punteggi realizzati su Antutu, il vincitore di questo round è Xiaomi Redmi 3 Pro, che nell’utilizzo quotidiano si dimostra moderatamente più fluido e reattivo rispetto a Huawei G8. Il primo reagisce molto bene in condizioni di stress, scalda raramente e quando succede si tratta di un leggero tepore diffuso al contrario del secondo, che mostra piccoli impuntamenti e sporadici lag scaldandosi però eccessivamente in corrispondenza del sensore di impronte.

Audio: Xiaomi 2 – Huawei 3

Se vogliamo avere un audio potente ma poco equalizzato, il dispositivo che ci soddisferà maggiormente sarà Xiaomi Redmi 3 Pro. Se invece, preferiamo un audio meno potente, ma ben equalizzato allora la scelta migliore risulterà Huawei G8. Per quanto riguarda l’audio in capsula, entrambi i dispositivi si difendono bene, personalmente ho trovato leggermente migliore la qualità audio in chiamata su Xiaomi Redmi 3 Pro grazie anche alla tecnologia VoLTE (mancante su Huawei G8).

Niente da segnalare riguardo l’audio in cuffia con auricolari generici, entrambi i dispositivi forniscono una buona esperienza, rislulta migliore Xiaomi Redmi 3 Pro nel caso in cui possediate degli auricolari Xiaomi in quanto sono disponibili delle particolari opzioni di configurazione.

Comparto fotografico: Xiaomi 2 – Huawei 4

La sfida sul comparto fotografico viene vinta da Huawei G8 benchè integri gli stessi moduli da 13 e 5 MP che sono presenti anche su Xiaomi Redmi 3 Pro, quest’ultimo risulta tuttavia più soddisfacente nel “punta e scatta”. Entrambi i dispositivi restituiscono scatti di buona qualità in condizioni di luce favorevoli, la qualità dei video è sufficiente considerando la fascia di prezzo dei due device, ma niente di speciale. A favore di Huawei vanno tutte le personalizzazioni dell’app fotocamera di sistema, che facilitano gli scatti usando dei filtri preimpostati, cito a titolo d’esempio la “modalità cibo” piuttosto che la “modalità make up” apprezzabile per ovvie ragioni dall’utenza femminile.

Software: Xiaomi 3 – Huawei 4

La MIUI e la EMUI sono interfacce proprietarie che vanno a “vestire” la versione del sistema operativo in dotazione, in questo caso abbiamo Android 5.1.1 con Miui 7.4 per Xiaomi Redmi 3 Pro e Android 5.1 con EMUI 3.1 per Huawei G8. Entrambe le UI forniscono tutto il necessario per poter utilizzare fin da subito il device: sono completamente personalizzabili tramite l’app integrata per gestire i temi, ma in realtà tra le due si rivela migliore la gestione dei temi MIUI sia per vastità di materiale, che per il livello di personalizzazione leggermente superiore. Saranno d’accordo con me gli amanti del material design, praticamente assente su Huawei G8 perchè limitato alle sole app di sistema.

Autonomia: Xiaomi 4 – Huawei 4

Il vincitore di questo round è Xiaomi Redmi 3 Pro con la sua batteria da ben 4100 mAh contro i “soli” 3000 mAh di Huawei G8. Ovviamente prendiamo in considerazione un utilizzo medio, senza alcun risparmio energetico attivo. Se invece, dovessimo considerare quest’ultima opzione, molto probabilmente sarebbe Huawei G8 ad avere la meglio grazie in particolare al risparmio energetico estremo chiamato “modalità ultra”, che tuttavia permette solo di effettuare e ricevere chiamate e messaggi, utile in condizioni estreme. Per quanto riguarda la velocità di ricarica completa dei due device possiamo dire, che le tempistiche sono a favore di Xiaomi Redmi 3 pro che impiega decisamente molto meno tempo rispetto a Huawei G8 nonostante la batteria di maggior portata, il test è stato effettuato usando con entrambi lo stesso caricatore: Aukey Turbo Charger 3.0.

Cosa ne pensa MasterGeek

Tutto sommato abbiamo un pareggio, è chiaro che ognuno dei due dispositivi possiede dei punti di forza e dei punti deboli. Alla valutazione definitiva aggiungiamo il fatto che Xiaomi Redmi 3 Pro è adatto a utenti consapevoli mentre Huawei G8 è adatto a una fascia di utenti più ampia. Consideriamo per un momento anche il prezzo di vendita dei due device: 199 euro su Amazon per Xiaomi Redmi 3 Pro e 286 euro per Huawei G8.

A questo punto entrano in gioco anche i propri gusti personali, se siete disposti ad accettare il design minimale di Xiaomi Redmi 3 Pro o preferite un design più curato come Huawei G8, se vi accontentate del “semplice” HD e avete bisogno di un telefono più compatto e leggero o se preferite uno schermo più ampio e risoluto a discapito della praticità. Per un’analisi più completa dei due dispositivi in questione vi rimandiamo alle rispettive recensioni di Xiaomi Redmi 3 Pro e Huawei G8.